Ridefinire i cartoni ondulati

Le nostre risorse hanno valore

La cartaccia rappresenta una materia grezza con una elevata richiesta a livello globale dal significato crescente. Il fabbisogno di questa materia aumenterà nei prossimi anni. I prezzi con il loro comportamento volatile si orienteranno verso l’alto a fronte di una qualità della cartaccia decrescente. Ecco allora che assume estrema importanza la richiesta di cartiere in grado di sfruttare l’intero potenziale delle fibre della cartaccia e di produrre delle carte qualitativamente molto elevate con l’ausilio di meno risorse.

Meno emissioni di CO2 - il nostro impegno

Nel contesto della Roadmap 2050 la Commissione Europea ha posto un obiettivo ambizioso all’industria cartaria: più valore aggiunto contemporaneamente a notevoli riduzioni di emissioni di CO2. Con la cartiera PM2 tutta Hightech abbiamo fatto breccia in direzione 2050: Le carte Next Fibre® riducono mediamente del 52% le emissioni di CO2. Con il Product Carbon Footprint per il Next Board® il TÜV della Renania certifica alla nostra azienda un’ulteriore riduzione di emissioni di CO2 pari al 15 %. Il nostro fiore all’occhiello: Abbiamo completamente rivoluzionato la tematica del cartone ondulato.

La nuova generazione di cartone ondulato: Performance più slanciata, leggera e stabile

Dalle carte Next Fibre® ad elevata prestazione, vengono poi fabbricati i cartoni ondulati Next Board®. Grazie agli sviluppi di nuove architetture di cartone ondulato si è riusciti a realizzare gli stessi valori di ECT nonché una miglior resistenza alla pressione con un minor impiego di materiale.

 

Chiavi di una maggior ottimizzazione della performance sono il cambiamento dell’altezza e della larghezza dell’onda nonché i raggi delle forme dell’onda in diverse combinazioni. Grazie ai passi più piccoli e alle altezze ridotte dell’onda, la “lunghezza libera di serraggio” si riduce e il numero di punti di appoggio aumenta, con un conseguente incremento della capacità di carico.

 

Inoltre si ottiene una superficie cartacea quasi completamente liscia che rende possibile un risultato di stampa più pulito e uniforme. In tal modo viene cosi evitato efficacemente il fastidioso effetto increspatura.

 

La certificazione „Product Carbon Footprint“ del TÜV Renania conferma inoltre che i prodotti Next Board® risparmiano fino al 15 % di emissioni di CO₂ rispetto alle solite qualità presenti sul mercato.

Ciò che i clienti vogliono sempre sapere: domande e risposte

Abbiamo riassunto qui per voi le risposte alle domande più frequenti in merito ai nostri prodotti Next Generation. Qualora la vostra richiesta o domanda non trovasse risposta qui di seguito vi preghiamo di mettervi gentilmente in contatto con noi.

Cosa si intende per Green Hightech, o meglio, per prodotti Next Generation?

È con grandi investimenti e un lungo e costante lavoro negli anni che la Progroup ha rivoluzionato completamente le tematiche legate al cartone ondulato e agli imballaggi in cartone ondulato. Il concetto Green Hightech meglio spiega una vasta gamma di prodotti della prossima generazione: le carte grezze da ondulazione Next Fibre®, i cartoni ondulati Next Board® e gli imballaggi Next Box® prodotti dai nostri esperti partner di imballaggi nell’Europa centrale.

Quale significato assume il termine Carbon Footprint rispetto ai prodotti Next Generation?

La Carbon Footprint o anche Bilancio di CO₂ di un prodotto è la somma di tutte le emissioni di Co₂ che sorgono durante tutto il suo processo di vita. Attraverso questo bilancio è possibile paragonare l’impatto dei prodotti sul clima ed è possibile migliorare i prodotti eseguendo una valutazione dei singoli processi produttivi. Per i suoi cartoni ondulati Next Board®, Progroup ha fatto redigere l’impronta di carbonio del prodotto.

 

Per quali prodotti Progroup ha fatto redigere l’impronta di carbonio del prodotto?

Con la cartiera PM2 ad Eisenhüttenstadt è possibile effettuare una produzione di qualità di carte grezze da ondulazione povere in fibre. Queste carte Next Fibre® ad elevata prestazione, rappresentano la base per cartoni ondulati più leggeri e produttivi allo stesso tempo, ma con una nuova architettura, i cartoni ondulati Next Board®. Questi articoli sono stati analizzati per la loro specifica impronta di carbonio del prodotto.

Quale organizzazione ha condotto la valutazione della Carbon Fooprint?

Progroup ha incaricato il TÜV della Renania per poter svolgere quest’analisi e la relativa certificazione.

Quante CO₂ si possono risparmiare con i cartoni ondulati Next Board®?

Dalle carte Next Fibre® ad elevata prestazione, vengono poi fabbricati i cartoni ondulati Next Board®. Grazie agli sviluppi di nuove architetture di cartone ondulato Progroup è riuscita a realizzare gli stessi valori di ECT nonché una miglior resistenza alla pressione con un minor impiego di materiale. La certificazione „Product Carbon Footprint“ del TÜV della Renania conferma che con la produzione del cartone Next Board®, rispetto alle solite qualità presenti sul mercato, si ha un risparmio nelle emissioni di CO₂ fino al 15%.

Quante CO₂ si possono risparmiare con Next Board® durante il trasporto?

I cartoni ondulati Next Board® pesano meno e sono più sottili, in questo modo si può trasportare il 16% in più in m² per camion. Il carico per camion, proprio a causa delle quantità aggiuntive, diventa complessivamente più pesante. Considerando poi che è possibile trasportare più cartone ondulato per singolo carico, sono necessari in realtà meno carichi per poter trasportare le stessa quantità di cartone ondulato. Si risparmia in tal modo un carico ogni 7 camion caricati.