La poesia della carta

Il progetto “Welt & Papier” termina intanto con una famosa esposizione

Il potere della carta è infinito.

Con la carta si può incartare un regalo o confezionare merce. Sin dalla sua scoperta, la carta è un materiale dal quale e tramite cui deriva l’arte: Pittura, letteratura, scultura… persino la musica si può fare con la carta. Ed è in grado di trasportare informazioni – informazioni che hanno superato le distanze e le generazioni. La carta ci accomuna e risveglia la fantasia.

 

Ad Eisenhüttenstadt al tempo, Cartalandia popolava.il museo locale della città. Dalle “Grotte delle Fate” con la loro sfavillante luminosità al “caos” e anche “Miss Carta” e “Waldi, il cane dal pelo ispido e arruffato” hanno avuto la loro meritata visibilità: Questi nomi, ricchi di fantasia, ci fanno già comprendere che miriade di possibilità esistano, di plasmare qualcosa con la carta. Hanno decorato le opere d’arte presentate dalle giovani partecipanti e dai giovani partecipanti al progetto „Mensch & Papier” („L’uomo & la carta”) come saluto finale per la chiusura dell’imponente manifestazione. Fu una manifestazione molto particolare.

 

Noi alla Progroup, conosciamo il fascino di questo materiale. Ma solo raramente abbiamo la possibilità, di portare all’esterno questo fascino. Per il nostro 25 esimo anniversario, festeggiato nel 2017, non abbiamo chiesto dei regali, bensì delle donazioni. Con i ricavati ottenuti abbiamo potuto dar vita a quattro progetti in quattro siti di produzione Progroup. Ad Eisenhüttenstadt abbiamo avuto la grande fortuna, tramite la nostra sponsorizzazione, non solo di fare qualcosa di buono, ma siamo riusciti anche a comunicare un particolare riflesso del nostro fascino per il mondo della carta. Con il progetto „Mensch & Papier“ abbiamo voluto mettere in pratica l’intenzione di mandare i giovani di Eisenhüttenstadt e dintorni alla „scoperta di un viaggio straordinario“ basato interamente sul mondo della carta. Queste le parole della direttrice di progetto, Brita Bärwolf, amministratrice delegata della Wi-Wa-Wundeland e.V., al Vernissage della grande esposizione di chiusura del 29 gennaio 2019, che ha così concluso: “L’apprendimento migliore è il così detto learning by doing”

Wi-Wa-Wunderland, quest’associazione estremamente attenta nei confronti di bambini, giovani e famiglie, era già stata presentata dalla Progroup agli inizi del 2017 divulgando attraverso “ Mensch & Papier” le proprie idee, che avevano destato subito un grande entusiasmo. “Maximilian Heindl ha visitato personalmente la nostra associazione, si è informato su come venga organizzato e svolto il lavoro infantile e giovanile nonché su quali siano le persone dietro questa associazione “riporta Bärwolf. Nelle grandi aziende questo è tutt’altro che all’ordine del giorno. “Perciò questa è stata per noi una procedura molto particolare”. Da allora con questo progetto abbiamo raggiunto oltre 1.600 bambini, giovani e adulti, provocando una vera esplosione all’insegna della creatività. Solo una piccola parte di tutte le imponenti opere d’arte è stata esposta nel museo cittadino da fine gennaio a fine febbraio 2019. Dopodiché l’esposizione è stata spostata nelle aule della cartiera.

 

“Ciò che mi ha entusiasmato incredibilmente”, ammette Herta Heidl arrivata per l’apertura dell’esposizione, “è stata la gioia con la quale l’associazione e in modo particolare, la signora Bärwolf, ha realizzato l’esposizione e il progetto.” Questo entuasiasmo, è stato così palpabile per tutta la durata del progetto che il quotidiano Oder-Spree ha scherzosamente definito la città come affetta da un virus della carta. In effetti lo era veramente, poiché secondo Brita Bärwolf ci sono state ben 160 singole manifestazioni, tra le quali proposte su come creare la carta, disegni di ombre o Manga e forme di carta. Ovviamente i bambini hanno visto qual è la fonte del loro materiale: Nello stabilimento di Eisenhüttenstadt Progroup produce una carta di ottima qualità, utilizzando per la produzione l’energia elettrica della propria centrale di cogenerazione e mostrando una grande passione per l’impegno sociale: I collaboratori locali dello stabilimento si sono appassionati velocemente alla tematica “Mensch & Papier”. Soprattutto le allora responsabili di laboratorio Anica Lippert e l’ingegnere dell’azienda Andreas Huber hanno riservato al progetto qualsiasi tipologia di sostegno.

„Entusiasmo, fascino, la convinzione nella forza creativa dell’uomo - lo potevo sentire a pelle“
Herta Heindl

“Entusiasmo, fascino, la convinzione nella forza creativa dell’uomo – lo potevo sentire a pelle”, afferma oggi Herta Heindl dopo l’inizio del progetto. Nel mese di maggio, una volta che l’esposizione sarà finita nelle sale della cartiera, Progroup vorrebbe ereditare alcune opere d’arte dall’associazione preoccupandosi così che il progetto riuscito possa continuare. Poiché i bambini, afferma Brita Bärwolf, sono così ricchi di idee, ci si può aspettare di essere ancora più creativi, sorprendenti e poetici. Logico: Le grotte delle fate, cani dal pelo arruffato e soprattutto la sfavillante luminosità … non se ne ha mai abbastanza.